Appartenenza

L’appartenenza consiste nel prendere parte a una dimensione più ampia di quella individuale. Comprende due aspetti: l’appartenere oggettivo e l’appartenere soggettivo. L’appartenenza a un gruppo o una comunità è parte integrante dell’identità dell’individuo.

 

L’appartenenza è un elemento fondamentale di promozione e realizzazione dell’identità dell’impresa.


Appartenere, sentirsi-parte di un’organizzazione, un gruppo, un team di lavoro rinsalda le relazioni e stimola il desiderio di operare per un obiettivo comune.


L’appartenenza crea legami con il territorio e fa sì che i clienti si riconoscano in un prodotto o un servizio.

«Bisogna essere degni del popolo italiano. Non è degno del popolo italiano colui che compie atti di disonestà. I corrotti ed i disonesti sono indegni di appartenere al popolo italiano, e devono essere colpiti senza alcuna considerazione»

— Sandro Pertini, Messaggio di fine anno agli Italiani, 1980

«L'uomo che non vuole appartenere alla massa non deve far altro che cessare di essere accomodante verso se stesso; segua la sua coscienza che gli grida: "Sii te stesso!»

— Friedrich Nietzsche, in "Schopenhauer come educatore", 1874

«Noi moriamo soltanto quando non riusciamo a mettere radici in altri»

— Lev Tolstoj, scrittore

«I feel sorry for anyone who is in a place where he feels strange and stupid»

— Lois Lowry, scrittrice, in “The Giver”

«I concetti di sé e le identità personali degli individui si formano e si modificano anche in relazione a come pensano sia vista dagli altri l’organizzazione in cui lavorano (…) Lo stretto legame tra il carattere individuale e l’immagine dell’organizzazione comporta che gli individui siano personalmente motivati a preservare una immagine positiva dell’organizzazione e a ripararne una negativa»

— Dutton e Dukerich, cit. in Karl E.Weick, "Senso e significato nell’organizzazione"

«Le persone con le quali ci associamo e a cui ci sentiamo ‘appartenenti’ hanno una parte decisiva - una funzione letteralmente costitutiva – nel formare la nostra coscienza individuale e il nostro modo di vedere la realtà: esse modellano, in altri termini, le nostre credenze, i nostri principi etici e le nostre norme di comportamento»

— Giacomo Marramao, in "La passione del presente. Breve lessico della modernità-mondo"

«Essendo specializzato in matematica, credevo che tutto fosse uguale alla somma delle sue parti, finché non ho cominciato a lavorare con le squadre. Poi, quando divenni allenatore, capii che il tutto non è mai la somma delle sue parti – è maggiore o minore, a seconda di come riescono a collaborare i suoi membri»

— Chuck Noll, ex allenatore dei Pittsburgh Steelers

«Ritrovarsi insieme è un inizio, restare insieme è un progresso, ma riuscire a lavorare insieme è un successo»

— Henry Ford, imprenditore

«Non puoi costruire una società unicamente su interessi, hai bisogno di un senso di appartenenza»

— Valery Giscard d'Estaing, ex presidente francese

«Con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra e l’intelligenza che si vincono i campionati»

— Michael Jordan, campione di basket

«La riconquista del nostro passato collettivo dovrebbe essere tra i primi progetto per il nostro futuro»